Rivestimenti a superfici continue per pavimenti in cemento spatolato

Le superfici continue in cemento spatolato sono rivestimenti oggi di grande tendenza per la realizzazione di pavimenti esteticamente belli da vedere e pratici.

Una delle tendenze più in voga del fashion home per quanto concerne i pavimenti è senza dubbio quella che privilegia le superfici senza soluzioni di continuità.
Dapprima si è passati ai grandi formati di piastrelle in grès fino ad arrivare a superfici che non ammettono l’uso delle fughe.
Le soluzioni possibili per la realizzazione di superfici continue mediante cemento spatolato o cemento resinato, sono differenti, ognuna delle quali presenta i suoi punti di forza.

 

La progettazione di un pavimento in cemento spatolato

I pavimenti in resina sono composti da miscele di silicati pavimento in resina inorganici naturali, inerti speciali di diversa durezza e granulometria e altri componenti.
Lo spessore degli strati si aggira complessivamente intorno ai 3-4 mm; per questo può essere installato sul pavimento preesistente evitando i successivi lavori di rettifica degli infissi.

Pavimento in cemento resina oltrecemento
I pavimenti in resina o in cemento spatolato, non sono pavimenti prefiniti che vengono semplicemente posati in opera mediante l’assemblaggio di pezzi, così come avviene per le mattonelle in ceramica o i listelli di parquet, ma a tutti gli effetti sono dei pavimenti in cemento per interni.
Per la loro particolare posa in opera vanno progettati tenendo in considerazione le esigenze estetiche e le prestazioni richieste dalla committenza.

Questo tipo di pavimento consente di creare una superficie monolitica, che non prevede la presenza di attacchi o giunti, insomma un pavimento senza fughe.
Resina cemento: caratteristiche e applicazione
.
Si tratta di un sistema pratico per rivestire i propri pavimenti; racchiudono tante caratteristiche che si richiedono a un pavimento moderno, ovvero, facile pulizia, facile manutenzione, versatilità, colorazioni personalizzate, integrazione con altri materiali, carattere monolitico e uniforme; velocità di posa in opera; costi ragionevoli.

Gli effetti decorativi che si possono ottenere con un pavimento cemento spatolato sono molteplici e variano in funzione alle esigenze specifiche.

Pavimento in cemento resina oltrecemento della Pavitek
Queste superfici continue possono essere trattate con delle finiture trasparenti protettive che sono in grado di far variare la brillantezza della superficie trattata facendola passare da lucida a opaca, ruvida o liscia.
Inoltre, le resine sono facilmente colorabili quindi permettono di dare ampio sfogo alla fantasia.

Rivestimento con cemento spatolato in camera da letto, realizzato da PavitekL’oltrecemento non necessita di prodotti particolari per la sua pulizia, poiché la superficie impermeabile non gli permette di assorbire alcun tipo di sostanza.
Questa pavimentazione costituisce un’ottima protezione contro muffe e umidità.
Inoltre, un pavimento in cemento resina può essere riportato allo stato originale con pochi e semplici passaggi, senza dover ricorrere al completo smembramento.
Un pavimento in cemento spatolato va vissuto come un normale altro pavimento sia esso in legno, in pietra, tenendo presente che l’invecchiamento generato da graffi, abrasioni, cadute accidentali di oggetti fanno parte del ciclo di vita del pavimento.

Questi segni del tempo saranno più evidenti su quei pavimenti cromaticamente uniformi e lucidi, in cui anche la minima imperfezione tende a risaltare.
Questo inconveniente è minimizzato in un pavimento spatolato e opaco che tende proprio per la sua natura a mascherare meglio eventuali segni di usura, come appunto i pavimenti industriali in resina.

Rispetto ai pavimenti e rivestimenti in resina che hanno una forte tendenza all’ingiallimento, le superfici realizzate con cemento resina resistono bene agli UV.
Superfici continue di natura minerale

Le superfici continue che utilizzano composti minerali, come il cemento resina, rispetto alle resine sono maggiormente preferite dai progettisti, in virtù della loro bellezza e in funzione della loro composizione che conferisce al prodotto caratteristiche tecniche molto performanti, garantendo pavimenti e rivestimenti durevoli nel tempo.
Cemento spatolato anche da esterno

Le superfici in cemento spatolato sono realizzate attraverso un’attenta selezione e combinazione di materiali.
A differenza delle resine, non hanno origine chimica e tecnicamente sono molto resistenti al sole e al gelo, quindi, possono essere posati in opera su qualsiasi superficie, sia in ambienti interni che in ambienti esterni, rispettivamente a parete o a pavimento.

La realizzazione di un pavimento in cemento spatolato o microtopping, così come per le resine, deve essere eseguita a regola d’arte, possibilmente da personale qualificato.
Per questo la sua esecuzione deve essere affidata a ditte altamente specializzate, come la Pavitek, operante da anni del settore dei pavimenti industriali e civili, in resina, superfici minerali, in cemento stampato e nelle impermeabilizzazioni dei terrazzi.
Prima di eseguire i lavori, la ditta effettua innanzitutto un sopralluogo, al fine di visionare le superfici da rivestire e da preparare in maniera adeguata.
Infatti, questo tipo di rivestimenti richiede un supporto sottostante adatto, opportunamente predisposto all’accoglimento degli strati successivi.

Queste superfici sono realizzate attraverso un’attenta selezione e combinazione di materiali.
A differenza delle resine, non hanno origine chimica e tecnicamente sono molto resistenti al sole e al gelo, quindi, possono essere posati in opera su qualsiasi superficie, sia in ambienti interni che in ambienti esterni, rispettivamente a parete o a pavimento.
Vantaggi delle superfici minerali continue

Pavimento in superficie minerale realizzato da Pavitek, all’interno di un bagno.Il ridotto spessore dell’oltrecemento (circa 3-4 mm) e la sua forte aderenza, rendono le superfici minerali continue adatte a essere applicate su pavimenti e rivestimenti già esistenti.

Tale soluzione consente di sveltire alcuni interventi di ristrutturazione, rendendoli più semplici e soprattutto meno onerosi!

Inoltre, il pavimento in cemento spatolato così realizzato è calpestabile già 24 ore dopo la sua installazione.

La possibilità di posarlo su un pavimento esistente rende tutti i lavori più rapidi, perché non c’è bisogno di smantellare il pavimento esistente e di portare a discarica le macerie.

Inoltre, non provocando polvere e calcinacci, il lavoro risulterà molto più pulito, adattandosi a essere realizzato anche in appartamenti abitati.

Però, quando in un intervento di ristrutturazione si sceglie di posare il nuovo pavimento su quello esistente, si finisce per interferire con gli infissi, che necessitano di essere modificati a causa dello spessore maggiorato del pavimento.

Con le resine, le superfici minerali e i cementi resinati, questo problema non si pone, perché lo spessore è talmente ridotto, che non è necessario effettuare alcuna modifica alle porte.

Un altro pregio delle superfici minerali continue è l’idrorepellenza, caratteristica che suggerisce la posa anche in quegli ambienti della casa come il bagno e la cucina soggetti a forte presenza di umidità. In bagno, ad esempio, può essere usato anche per rivestire il box doccia e le vasche.
Rivestimento in oltrecemento, realizzato da Pavitek

Le superfici realizzate con componenti di natura minerale, come in cemento resina, microtopping oppure lo stesso cemento spatolato, sono ecologiche; l’assenza di fughe, oltre a renderle più belle conferisce alle stesse una maggiore igienicità, per la mancanza di interstizi in cui possono annidarsi sporco e batteri.
Per lo stesso motivo, queste superfici sono semplici da pulire: basta avere l’accortezza di utilizzare un detergente a ph neutro.
OltreCemento: il kit per la posa del cemento spatolato in fai da te

Per coloro che desiderano apportare di proprio pugno un tocco di bellezza e originalità all’ambiente, Pavitek ha messo a punto OltreCemento, un sistema innovativo per ottenere superfici continue altamente performanti, adatte anche per l’applicazione in fai da te.

Posa fai da te di Oltrecemento
OltreCemento può essere agevolmente applicato su qualsiasi supporto purché sia stabile: dal massetto tradizionale, al pavimento preesistente in piastrelle, cotto, marmo, o ancora su di un moderno pavimento con riscaldamento radiante. I diversi strati sono stati studiati per rendere la posa di facile.

Il kit, per 20mq di rivestimento comprende:
20 mq di rete in fibra di vetro; 30 Kg di Cemento resina grosso; 10 kg di Cemento resina fine; 500 gr di pasta colorante; 5 Lt di resina poliuretanica; un rullo grande; un rullo piccolo; una spatola americana; una frusta per trapano; il manuale in pdf per la corretta posa in opera del prodotto.
Applicazione di Oltrecemento

Le fasi di applicazione del pavimento in superficie continua di Pavitek sono cinque:
– carteggiatura;
– stesura del primer;
– applicazione dell’Oltrecemento Basic;
– applicazione del finish;
– il protettivo.

La Carteggiatura

Si prepara il supporto sottostante carteggiando accuratamente mediante l’uso di una carta abrasiva a grana grossa oppure levigatura con dischi diamantati

Stesura del Primer

Per favorire un’adeguata adesione di OltreCemento al supporto sottostante, a seguito della carteggiatura occorre procedere con la stesura del primer, indispensabile per ancoraggi su piastrelle, cemento e intonaci vecchi, marmo e pietra.

Posa in opera cemento spatolato fai fa te

Applicazione dell’Oltrecemento Basic

A questo punto la superficie è pronta per accogliere il primo vero strato di oltrecemento: un prodotto a base di cariche naturali, resine e cementi di elevate prestazioni, da applicare a spatola.
Questo strato, Oltrecemento Basic, crea superfici continue resistenti all’usura, che non richiedono particolari cure nella pulizia e manutenzione quotidiana.
È adatto per essere applicato sia in piano sia verticalmente su pavimenti, pareti, scale, bagni, porte e pezzi di arredamento.

La finitura di OltreCemento

Prodotto da applicare a spatola a base di cariche naturali, resine e cementi di qualità superiore ad alte prestazioni.
L’Oltrecemento Finish è un prodotto sempre a base cementizia, resine e cariche naturali, da applicare a spatola su supporti già trattati con l’Oltrecemento Basic.

Finitura oltrecemento faidate
La corretta stesura del prodotto necessita di due differenti mani, da passare solo dopo la completa asciugatura dei vari strati.
È possibile conferire una certa personalizzazione al risultato finale grazie a una vasta scelta cromatica, realizzabile con paste coloranti all’acqua o con pigmenti in polvere.

Il protettivo

Quando il lavoro è ultimato, non resta che passare un ultimo strato di protettivo, con MicroProtection, una resina poliuretanica satinata all’acqua, capace di rendere le superfici trattate resistenti all’acqua e alle macchie di prodotti di uso comune.
Può essere applicato a rullo, a pennello oppure a spruzzo.

About the author

ristrutturazione casa a Roma

View all posts