Ristrutturare casa: il camino

Le buone regole per installare un camino in casa: consigli e idee fra design e funzionalità per potersi permettere il calore del focolare anche in città.

 

Forma Modigliani, MCZChi non sogna di avere, anche nell’alloggio in città, un caminetto per riscaldare le serate più fredde, da accendere per riunirsi a bere un bicchiere di vino attorno al focolare?

Oggi il camino ha una funzione più che altro decorativa ed evocatrice di emozioni, anche se può essere utile come integrazione al riscaldamento principale e donare un dolce tepore.
Se andiamo a ristrutturare il nostro alloggio possiamo realizzare il nostro desiderio, ma ci sono regole che vanno seguite con attenzione.

Se siamo fortunati l’alloggio sarà già dotato di canna fumaria, in questo caso la cosa a cui fare molta attenzione è che la canna sia pulita e utilizzabile, che non sia ostruita fino al comignolosul tetto e che non sia già utilizzata per altri camini.

Se è possibile, ad esempio nel caso di villa privata, possiamo realizzare una canna fumaria nuova, in questo caso possiamo deciderne la posizione e la dimensione. Oltre a essere contenuta all’interno del muro potrebbe anche essere addossata a questo o, perché no, essere posizionata al centro della stanza, con un effetto di grande importanza del camino.

La dimensione del focolare deve essere proporzionale alla dimensione della canna fumaria; queste possono essere di sezione circolare, quadrata o rettangolare, le dimensioni minime sono di 20×20 per un minimo di altezza di 4 metri.

prefabbricato in refrattarioBisogna tenere presente che la canna sarà un ingombro a tutti i piani, fino al tetto, quindi bisogna fare attenzione a dove si andrà a posizionarla, inoltre è bene che questa non venga inclinata con angoli stretti.

La cosa migliore, e più semplice, è quella di inserire all’interno del camino un focolare prefabbricato. Ce ne sono di diversi tipi, quelli principali sono in materiale refrattario oppure in ghisa che possono avere un vetro anteriore che si apre a battente o scorrevole.
Questi blocchi prefabbricati sono già dotati di tutto il necessario, vanno solo posizionati con cura e mantenuti puliti.
Prefabbricato ghisa

Alcuni di questi poi possono essere dotati di ventilazione che permette una maggiore diffusione del calore, questo tipo conviene nel caso che il focolare venga anche utilizzato come riscaldamento, in questo caso  si può anche pensare di canalizzare il calore e farlo sfociare con bocchette nelle diverse stanze della casa. E’ una soluzione che può essere utile in montagna o in case isolate che vanno riscaldate molto.

cornice camino classicaUna volta inserito il focolare in ghisa o calcestruzzo bisogna pensare al rivestimento, questo può essere fatto per lo più in muratura o in cartongesso, facendo attenzione a utilizzare una malta refrattaria perché il calore non crei problemi e non provochi crepe e distaccamenti.

Oltre al rivestimento, che può prendere le forme più diverse lasciando spazio alla fantasia, si può pensare a una cornice: si può optare per una soluzione moderna o antica a seconda del tipo di arredo dell’alloggio.

Ovviamente anche la canna fumaria, nel caso sia esterna al muro, andrà rivestita, in questo caso la cosa migliore è utilizzare il cartongesso che permette spessori minori e maggiore leggerezza. Il cartongesso o la muratura possono poi essere a loro volta verniciati o rivestiti con piastrelle o simili.

Se il pavimento è delicato conviene porre davanti al camino, a terra, un rivestimento che può essere ad esempio una lastra di ferro o di vetro che protegga il materiale della pavimentazione.
Gabbiano, MCZ
Diverse marche di focolari propongono soluzioni interessanti, che si adattano sia a case tradizionali che ultramoderne.
Mcz ad esempio offre rivestimenti di ogni tipo, che si adattano a essere posati a lato o al centro della stanza, alcuni sono già dotati di spazio portalegna, che non è un problema da trascurare per non finire per avere il camino ma non avere lo spazio per conservare la legna!
Alcuni hanno cornici in acciaio, altri sono rivestiti in pietra o in alluminio spazzolato.

Piazzetta
 produce anche inserti prefabbricati con struttura in argilla espansa con focolare in ghisa che possono essere posizionati a parete o ad angolo.

Anche la Edilkamin realizza rivestimenti particolari in marmo, acciaio, vetro colorato o serigrafato.
Square, Edilkamin
Gli inserti in commercio si trovano sia per camini a legna che a pellet, la scelta è data da motivi economici, funzionali ed estetici.
Ci sono anche focolari aperti come Bubble di Antrax, che creano atmosfera, attirano l’attenzione grazie al contatto diretto della fiamma. Bubble si può fissare a soffitto diventando un camino da centro stanza che invita a raccogliersi attorno al fuoco.
Bubble, Antrax
Bisogna ancora considerare il fatto che ci sono possibilità di avere il camino in casa anche se non si può installare una canna fumaria: le possibilità sono i focolari a gas o a bioetanolo.
Per chi ha problemi di spazio o d’installazione ma non per questo vuole rinunciare al calore del camino può optare per un camino senza canna fumaria.

Questo tipo di camino viene chiamato Bio Caminetto e oltre ad essere semplice da installare (non necessita di canna fumaria, impianto elettrico, impianto a gas) è anche ecologico.
Infatti, essendo alimentato dal bioetanolo, un alcool etilico denaturato ottenuto dai vegetali, si ha una fonte di riscaldamento rinnovabile e pulita, che riscalda in modo economico ed ecologico, evitando fumo e cenere, nonché odori sgradevoli e polveri sottili, tutti problemi legati ai camini tradizionali.

Un biocamino permette una notevole versatilità e soprattutto di avere un camino anche senza opere murarie per installare una canna fumaria.

Vauni
 è un’azienda svedese che produce diversi modelli di biocamini, dalle linee di design che ben si adattano alle case moderne. Un esempio sono i camini Globe, dalla forma semisferica che può essere installato ovunque e Divider, in vetro e acciaio satinato, che può essere guardato da ogni parte.
Globe, Vauni
Anche la ditta Focus propone un modello a etanolo vegetale, Focus Zen, munito anche di elementi elettronici che azionano automaticamente l’arresto del bruciatore integrati nel corpo dell’impianto e accessibili levando il coperchio.

La ditta Italkero propone camini a gas a camera stagna e combustione forzata dal design particolare, come il modello Milano 80 – 130, le ridotte sezioni delle tubazioni di aspirazione e scarico insieme a una lunghezza massima di 15 metri, permettono a questo mobile camino a gas una infinità di ambientazioni senza opere murarie.

About the author

ristrutturazione casa a Roma

View all posts

Lascia un commento