Progetto di una camera per gli ospiti all’interno del soggiorno: soluzione con opere murarie

La prima ipotesi presentata riguarda la realizzazione di una tramezzatura in cartongesso atta a suddividere funzionalmente il soggiorno dalla nuova camera.

Il soggiorno è stato predisposto in maniera tale da accogliere un tavolo per il pranzo, essendo presente solo un angolo cottura, e una piccola parete attrezzata.

La nuova stanza, avente destinazione di camera singola o studio, è caratterizzata dalla presenza di un divano/letto e di unascrivania: in questo modo, non essendoci l’ingombro fisso del letto, si può utilizzare lo studio con maggiore praticità.

Progetto di una camera per gli ospiti all’interno del soggiorno con soluzioni flessibili

La seconda soluzione non contempla opere murarie ma solo l’adozione di arredo modulare e soluzioni flessibili in grado di trasformare lo spazio a seconda delle esigenze: davanti la porta d’ingresso del soggiorno saranno sempre alloggiati tavolo e sedute, in maniera tale da pranzare e cenare in comodità.

Progetto di camera nel soggiorno con pannello scorrevole

La differenza sostanziale consiste, invece, nell’installazione di una parete divisoria scorrevole su binario esterno: in sostanza, invece del classico e poco elegante paravento, si è scelto come elemento separatore un pannello scorrevole in vetro satinato in grado di separare o unire gli ambienti all’occorrenza.

Soggiorno con pannello scorrevole Unika di MazzoliLa soluzione adottata è del tipo del modelloUnika dell’azienda Mazzoli (riportato in foto), caratterizzato da una porta in vetro con struttura e binario in alluminio; la scelta di un vetro opaco è stata dettata dall’esigenza di garantire una maggiore privacy in caso di chiusura totale.

Al di là della parete mobile troviamo sempre il divano letto e un piccolo angolo studio.

Per entrambe le soluzioni il divano/letto scelto è Vilasund/Mattarp di Ikea, dotato di chaise longue e mobile contenitore sottostante; il tavolo, invece, la cui caratteristica principale è quella di allungarsi fino a poter ospitare 8 posti, è Axel di Bontempi. Si tratta di un tavolo con struttura in alluminio anodizzato e piano in cristallo.

In sostanza, questa ultima soluzione garantisce l’assoluta flessibilità degli spazi che si adattano a seconda delle esigenze: in caso di ospiti a cena è possibile allungare il tavolo,invadendo anche l’area della zona notte; in alternativa, è possibile ottenere una separazione degli ambienti, garantendo  privacy agli eventuali ospiti che si trattengono per la notte.

Il tutto senza dover necessariamente rinunciare a priori a un soggiorno ampio, spazioso e luminoso o a una terza stanza, adatta per amici e parenti, o da destinare ad angolo studio.

In aggiunta, anche se questi sistemi flessibili possono essere più costosi di una classica parete in cartongesso, evitando opere murarie, non dovrà essere data alcuna comunicazione di inizio lavori e, soprattutto, non sarà necessario l‘aggiornamento catastale dell’immobile.

Come ricavare una camera per gli ospiti dal soggiorno

About the author

ristrutturazione casa a Roma

View all posts

Lascia un commento