Presenza di crepe nelle murature

Crepe nelle murature

Osservando con attenzione le crepe presenti nelle murature possiamo comprendere se vi è unpericolo per la nostra casa ed è necessario intervenire in tempi brevi, oppure se è sufficiente monitorare la situazione per tenerla sotto controllo.

Crepe nelle muratureIn Uretek, quando si riceve una richiesta di sopralluogo per la presenza di crepe sui muri portanti o su quelli divisori, il tecnico di zona, per prima cosa, esamina il quadro fessurativo.

Mettendo in relazione la posizione, la conformazione e l’entità delle crepe con la modalità costruttiva e la storia del fabbricato, i tecnici dell’azienda sono già in grado di fare una prima stima importante.

In pratica, l’apparizione di fessurazioni sui muri di una casa indica sempre che c’è stato unmovimento e la prima valutazione porta a stabilire se gli effetti di questo movimento possono aver compromesso o meno l’iniziale stabilità del fabbricato. Sebbene sia sempre consigliabile rivolgersi a un tecnico per un parere definitivo, come proprietari di una casa che osserviamo tutti i giorni possiamo già fare delle valutazioni di massima.

La crepa intacca la struttura portante?

La prima valutazione che dobbiamo effettuare per una crepa nella muratura è riuscire a riconoscere se si tratta di una crepa strutturale o meno.

Crepe nelle murature: esempioSe ad esempio abbiamo a che fare con una fessurazione su una semplice parete divisoria e il fenomeno non si accompagna ad altre crepe, in particolare sui muri perimetrali o portanti, dovremmo esaminare attentamente la pavimentazione per scoprire se vi sono degli abbassamenti, in particolare, in vicinanza della parete in questione.

Se invece la crepa si manifesta su un muro portante, come ad esempio i muri perimetrali o i muri cosiddetti di spina, dobbiamo capire se si tratta di una fessura molto lieve che compromette solo lo spessore dell’intonaco, oppure se va in profondità a ledere anche la muratura vera a propria.

Molto diffuse sono le crepe che intaccano semplicemente l’intonaco e che sono dovute adilatazioni termiche fra materiali diversi.
In generale, ciò accade in corrispondenza dell’interfaccia fra un pilastro in cemento armato e un muro in mattoni. In tal caso si notano delle piccole crepe verticali, lungo tutta l’altezza del pilastro, che in generale non destano preoccupazione.

Diverso è invece quando le crepe vanno in profondità e cominciano ad aprirsi velocemente.
In tal caso è bene cominciare a osservare il fenomeno con attenzione, cercando di capirne l’origine. Di seguito analizziamo i casi più frequenti di crepe profonde nei muri dovute a uncedimento del terreno di fondazione.

Le ragioni del cedimento possono essere molteplici. Negli ultimi anni, la causa più frequente di cedimento è risultata la siccità che disseccando il terreno di fondazione, molto spesso di natura argillosa e/o limosa, provoca una diminuzione del suo volume e un conseguente abbassamento del piano fondale.

Si possono verificare anche altri fenomeni come scavi effettuati in adiacenza al fabbricato,infiltrazioni anomale di acqua dovute alla rottura di una tubazione o un aumento dei carichisottovalutato, ad esempio se abbiamo rifatto il tetto o abbiamo sopraelevato di un piano.

About the author

ristrutturazione casa a Roma

View all posts

Lascia un commento