Le tecniche di insuflaggio per isolamenti termici di fabbricati

L’isolamento termico degli edifici con tecniche d’insuflaggio, è un intervento da preferire perché poco invasivo, efficace, esclusivo, rispettoso dell’estetica.

Coibentare casa significa compiere il primo importante passo verso un adeguato comfort e benessere abitativo, significa isolare termicamente l’ambiente domestico, offrire un buon clima interno, è risparmiare energeticamente.

Anni addietro si costruivano i fabbricati con una muratura a cassa vuota proprio per attuare un tipo d’isolamento termico basato sul principio che la camera d’aria tra i due paramenti di laterizio non permettesse lo scambio termico con l’esterno e quindi consentisse l’isolamento dell’ambiente interno alla casa.

 

L’intercapedine d’aria doveva avere uno spessore ben preciso, secondo calcoli strutturali e termici, perché se accresciuto, anziché isolare poteva essere motivo di formazione di moti convettivi d’aria, favorevoli alla trasmissione del calore da una superficie all’altra delle due pareti.

Volumi d’aria maggiori possono generare inoltre la saturazione del vapore acqueo e la formazione di condense sulle superfici più fredde, la creazione di macchie di umidità sui muri.

L’isolamento termico pareti è realizzato nella maggioranza dei casi con un cappotto termico esterno o mediante una controparete posta all’interno dell’abitazione.

Innovativa ed efficace è la tecnica di insuflaggio delle pareti che si realizza inserendo del materiale isolante direttamente all’interno dell’intercapedine fino a colmare del tutto il vuoto d’aria tra i laterizi.

Per attuare l’insuflaggio occorre fare dei fori equidistanziati sulla muratura esterna e, all’interno di questi, inserire il materiale per coibentare con una macchina specifica, poi chiudere i buchi con calce o cemento e ripristinare l’estetica del prospetto.

 

Questa tecnica può quindi essere scelta e adottata nei casi in cui la muratura è caratterizzata da una camera d’aria giacché è proprio in questo spazio che si andrà a iniettare il materiale isolante e quindi a formare uno strato coibente interposto.

Si tratta di una tecnica poco invasiva, per niente distruttiva, di posa rapida, che non richiede l’installazione di ponteggi esterni, obbligatori quando si realizzano i cappotti esterni, non sono necessari permessi o autorizzazioni particolari a meno di una comunicazione inizio lavori.

 

Isolamento in intercapedine: la tecnica dell’insuflaggio

L’isolamento termico per insuflaggio intercapedini è realizzato dall’azienda Tecnova Group srl con Enerpaper, isolante prodotto da Enerpaper Srl, brevettato a livello internazionale, composto da fibre di cellulosa di legno e assemblato in bobine per fioccatura diretta in cantiere o lasciato in forma sfusa per una posa immediata.

La cellulosa stabilizzata, grazie a un innovativo processo produttivo, è trasformata in un prodotto in grado di generare una barriera termica contro la dispersione degli edifici.

Miglior isolante termico by Tecnova Group Srl
La sostanza che è iniettata per isolare la casa con l’insuflaggio di cellulosa è priva di sali di boro, colle, patine e inchiostri di stampa, possiede un ridotto apporto di additivi chimici che sono necessari a garantire le caratteristiche di antifiamma, antimuffa e antispolvero.

Enerpaper è quindi un isolante termoacustico a base di cellulosa stabilizzata, è una sostanza da insuflaggio intercapedine, possiede prestazioni elevate, è alquanto economico, è performante, garantisce un buon risparmio energetico, un ottimo comfort abitativo, sostiene l’ambiente, rispetta l’estetica architettonica.

Materiali isolanti di Tecnova Group Srl
Questo prodotto, distribuito in esclusiva da Tecnova Group, è pertanto ecologico, unico nel suo genere, possiede un’efficacia certificata, è adatto per pareti esterne ma anche per la coibentazione interna e l’isolamento sottotetto, per edifici nuovi e per quelli già esistenti da ristrutturare, per interi edifici o parte di essi, per singoli alloggi.

Enerpaper ha dei risultati prestazionali eccellenti e difatti si può raggiungere una riduzione di trasmittanza termica fino al 70%, un ottimo isolamento termico, un risparmio sui costi energetici fino al 40%.

 

Coibentazione pareti con l’insuflaggio

L’isolamento termico realizzato con insuflaggio cellulosa non teme confronti; la traspirabilità delle pareti è veramente garantita, si ha una minore densità di posa rispetto ad altri prodotti isolanti per insuflaggio, una riduzione scarti al 100%, una presenza maggiore di cellulosa, una riduzione di additivi chimici e dei costi di trasporto.

Il prodotto appena presentato può essere utilizzato direttamente sotto forma di bobina risparmiando in trasporto e logistica, realizzando la fioccatura direttamente in cantiere; l’impiego può avvenire anche dal materiale fioccato e imballato in sacchi da 12 kg e in tal caso l’applicazione in cantiere avviene mediante l’adozione di specifiche macchine insufflatrici.

Isolanti termici
Enerpaper, isolamento termico a base di cellulosa stabilizzata, unito a ThermoShield, membrana endotermica attiva, detta M.E.A., dà vita a una soluzione efficace, ecologica ed economica per rendere ancor più isolato termicamente un edificio.

 

Isolamento termico a doppia efficacia e a zero spessore

TermoZero Kit isola termicamente senza aumentare gli spessori, garantisce un risparmio energetico, è una protezione efficace per le pareti, regola le trasmissioni di calore, dona comfort e benessere ambientale.

È la soluzione ideale per la coibentazione muri. Si compone di due prodotti efficaci, ThermoShield ed Enerpaper, quindi l’azione protettiva e regolatrice dell’uno si unisce a quella isolante, antipolvere e antimuffa dell’altro.

Queste due sostanze tecnologicamente avanzate operano sinergicamente consentendo all’edificio di ottenere il massimo risparmio energetico a fronte di un investimento contenuto e nel rispetto dei requisiti di sostenibilità ambientale e di estetica architettonica.

Isolamento termico interno
TermoZero Kit è un prodotto certificato ed esclusivo, brevettato a livello internazionale, non invasivo, con tempi di posa ridotti, con costi di trasporto e ingombri in cantiere ridotti.

È ideale per isolamenti leggeri e invisibili con finitura protettiva endotermica a zero spessore, con tempi di ammortamento economico ridotti, con una garanzia di 10 anni.

Si può raggiungere una riduzione di trasmittanza termica fino all’80%, un risparmio sui costi energetici sino al 40%, un’ottima protezione dagli agenti esterni, la prevenzione da muffe e condense, la riduzione di polveri, la traspirabilità e la regolazione dell’umidità.

 

Membrana termotermica attiva per pareti asciutte

ThermoShield, il componente principale del materiale isolante termico TermoZero Kit, è una membrana endotermica attiva detta M.E.A., composta per oltre il 50% da microsfere cave di ceramica immerse in uno speciale legante a base di acqua.

Il rivestimento, a seguito dell’asciugatura, si polimerizza in una struttura resistente, traspirante e con una distribuzione uniforme di microsfere, inoltre, grazie alla sua elevata elasticità, fa sì che non ci siano microfessurazioni e quindi mantiene asciutta l’intera parete.

Isolare casa termicamente
Il prodotto, secondo le condizioni esterne, asciuga la parete trasportando l’umidità all’esterno, isola del tutto le superfici murarie dagli agenti atmosferici quali pioggia, smog, aerosol marino.

L’umidità dell’aria all’interno di un ambiente è regolata e mantenuta a livelli ottimali, i tempi di riscaldamento o di raffreddamento di una casa si riducono, il calore si riesce a distribuire in modo uniforme, si riescono persino ad abbattere i ponti termici.

About the author

ristrutturazione casa a Roma

View all posts