I pannelli impermeabilizzanti dalle molteplici applicazioni

La funzione dei materiali impermeabilizzanti

I materiali impermeabilizzanti impiegati in edilizia hanno funzione di proteggere dall’umidità, impedendo infiltrazioni nell’edificio.
Un fabbricato totalmente impermeabilizzato, tuttavia, impedisce al vapore contenuto in esso di fuoriuscire e se questa umidità non viene asportata attraverso la ventilazione può determinare fenomeni di condensa e discomfort ambientale in tempi rapidi.

 

Quindi, gli interventi di impermeabilizzazione devono essere ben ponderati, limitandoli dove necessario, scegliendo i prodotti preferibilmente tra quelli bioecologici di minor impatto ambientale.
In genere questi pannelli vengono usati per proteggere le strutture interrate in calcestruzzo, al fine di impedire la risalita di acque di falda, come sottofondi di posa per i rivestimenti di pavimenti, oppure a parete come base per la posa di piastrelle ceramiche in ambienti umidi come bagni e cucine.

Alcuni pannelli hanno anche funzione di isolamento termico in quanto costituiti dalla sovrapposizione di più strati adatti a soddisfare le diverse esigenze prestazionali.
I pannelli impermeabilizzanti multifunzionali

In commercio sono presenti una grande varietà di pannelli multifunzionali da adoperare nei lavori di ristrutturazione per facilitare alcuni interventi.
Ad esempio, Schluter-systems Italia realizza un pannello per interni dalle molteplici funzioni, particolarmente adatto come sottofondo per la posa di rivestimenti ceramici avente capacità impermeabilizzante, da applicarsi su murature grezze esistenti e su vecchi sottofondi di pavimenti.
Il pannello si compone di una schiuma in polistirene estruso racchiuso sui due lati da uno strato rigido privo di sostanze cementizie e da un tessuto non tessuto che permette un perfetto ancoraggio del collante. Grazie ai molteplici spessori in cui è prodotto, il pannello risponde ad un ampio ventaglio di applicazioni possibili.

Tagliabile facilmente con un cutter, è possibile ricoprire anche zone difficilmente raggiungibili e con gli opportuni accorgimenti si riesce a sigillare le zone di giunzione tra i pannelli e i punti critici, rendendo la superficie completamente impermeabilizzata secondo le certificazioni edilizie in vigore.Giunti Schluter
Il pannello in questione, inoltre, può essere impiegato per realizzare pareti portanti e pareti divisorie dritte o curve, per coprire ad esempio le tubazioni o per il tamponamento di vasche da bagno, come basi per lavabi, top per cucine, mensole o elementi di vario tipo.

La sua applicazione a muro avviene con il metodo a letto pieno o con vari punti di colla, utilizzando malte o colle idonee al fissaggio, in alternativa il pannello può essere fissato con i tasselli presenti in gamma. Diversi sono i possibili metodi di finitura del pannello: a spatola o con intonaci; nel caso di posa di piastrelle, queste possono essere applicate direttamente sul pannello con il normale collante per piastrelle.

La composizione del pannello permette una posa planare e non è soggetto ad alcuna alterazione o deterioramento, per cui risulta stabile anche in caso di forti sollecitazioni termiche ed in presenza di umidità su di un lato.
È necessario comunque sempre verificare la stabilità e le condizioni del sottofondo su cui posare successivamente i pannelli, rimuovendo le irregolarità e gli elementi che potrebbero pregiudicarne l’ancoraggio.
Soluzioni innovative per massetti

I pannelli impermeabilizzanti, grazie al loro spessore contenuto, permettono di realizzare massetti sottili rispetto a quelli tradizionali e privi di deformazioni, pronti per la posa di qualsiasi elemento di pavimentazione, con un notevole risparmio in termini di materiali e di peso.
Il sistema preformato viene posato direttamente su un solaio o sopra l’isolamento termico o acustico portante, è adatto anche per pavimenti riscaldati a bassa temperatura.

Non è richiesto alcun rinforzo con reti elettrosaldate. A differenza del massetto tradizionale, che durante il periodo di stagionatura subisce un processo di ritiro con possibili deformazioni, con l’utilizzo di questi pannelli il massetto scarica uniformemente le sue tensioni su tutta la superficie, evitando anche il distacco tra pavimento e parete o battiscopa.

Si risparmia quindi il tempo per la posa in opera per la realizzazioni di giunti o per l’inserimento di reti elettrosaldate, necessari in un massetto tradizionale.
Questo sistema è anche estremamente resistente e durevole, permettendone l’utilizzo sia in ambienti privati che commerciali. Alcuni pannelli presentano integrato l’isolamento termo-acustico, soluzione ideale per ristrutturazioni e risanamenti edilizi.

Le lastre per sottofondi Fermacell della Xella Sistemi di costruzione a secco srl rappresentano la soluzione ideale per molteplici esigenze: isolamento acustico e termico, impianti di riscaldamento a pavimento, protezione antincendio, impermeabilizzazione ambienti umidi. Queste lastre sono composte da una miscela di gesso e fibre di cellulosa derivata dal riciclo di carta selezionata, sminuzzata e impastata con acqua; segue l’asciugatura, la levigatura e l’impermeabilizzazione con un primer su entrambi i lati.

Questo processo conferisce a Fermacell Gessofibra le sue caratteristiche di stabilità e resistenza meccanica. Il prodotto è assolutamente naturale e risponde alle direttive della bioedilizia. Il sistema di impermeabilizzazione Fermacell è composto dai seguenti prodotti coordinati: primer, nastro elastico sigillante, guaina liquida, guarnizioni sigillanti.

Gli angoli e i passaggi dei tubi devono essere impermeabilizzati con nastri sigillanti e guarnizioni ermetiche incluse nel sistema. Inoltre, nei bagni la fascia bassa delle pareti dovrà essere impermeabilizzata fino a 15 cm di altezza sopra il bordo del pavimento finito, per evitare risalite di umidità. Per ambienti a elevata umidità, come per esempio le piscine, le saune e le docce degli impianti sportivi è indicata la posa di Powerpanel TE (lastre cementizie).
L’mpermeabilizzazione e la normativa vigente
Al giorno d’oggi sempre più ditte che si occupano di materiali di coibentazione edilizia utilizzano sistemi termoisolanti e impermeabilizzanti, in pannelli preaccoppiati.

ISOPLAN è un pannello costituito da poliuretano espanso rigido della Isolparma Srl, senza l’impiego di CFC o HCFC, rivestito da una fibra minerale saturata, alluminio goffrato o velovetro, preaccoppiati a membrane bituminose.
Il suo impiego è particolarmente adatto per l’impermeabilizzazione di coperture civili e industriali piane, a falda o a giardino pensile.

Questi pannelli in poliuretano sono utilizzabili in un range di temperature comprese tra i -40 e + 110°C, disponibili in diverse classi di materiale isolante, di diverso spessore e peso, hanno finitura liscia o ardesiata e possono essere tagliati a misura secondo la geometria del manufatto.
Nelle applicazioni sotto manto di copertura, si raccomanda l’utilizzo di sistemi di protezione, quali zavorra, con ghiaia o quadrotti, o teli impermeabili di colore chiaro oppure riflettente.

A seconda del tipo di copertura, è opportuno valutare a priori la presenza di acqua intrappolata nella copertura e farla defluire, anche all’intradosso, per evitare di compromettere la buona riuscita dell’intervento.
Dato che il rivestimento metallico dei pannelli si comporta come una barriera al vapore, è fondamentale dimensionare in modo opportuno gli elementi aventi la funzione di consentire la fuoriuscita di vapore acqueo attraverso i vari strati verso l’esterno, mediante aeratori o tetto ventilato.
La nuova normativa sull’impermeabilizzazione edilizia prevede la marcatura obbligatoria CE di tutti i prodotti europei oggi sul mercato.
La dichiarazione di prestazione (DoP) è il documento principale che sostituisce la dichiarazione di conformità del prodotto con marcatura CE.

Sarà compito dell’utilizzatore del prodotto – l’installatore, il progettista o il direttore dei lavori – conoscere le caratteristiche del modello di DoP al fine di valutare e controllare l’idoneità del prodotto all’uso previsto.

About the author

ristrutturazione casa a Roma

View all posts

Lascia un commento