I controtelai per le pareti di cartongesso

I controtelai per le pareti di cartongesso
NEWS DI RISTRUTTURAZIONE
I recenti controtelai per le pareti di cartongesso sono composti in modo diverso rispetto ai tradizionali e i loro elementi si montano facilmente e rapidamente.
24 MAGGIO 2016 ORE 16:18
Arch. Loredana RuggieriARCH. LOREDANA RUGGIERI
controtelaio cartongesso , controtelaio a scomparsa , controtelaio porta
Controtelai di porte da installare in pareti di cartongesso

Le nuove costruzioni utilizzano sempre di più le strutture di cartongesso per avere la possibilità di creare composizioni più articolate formalmente e più semplici strutturalmente: pareti divisorie, controsoffitti, diaframmi con giochi di pieni e vuoti, nicchie e tagli per l’inserimento di sistemi di luce particolari.

Le pareti di cartongesso spesso ospitano l’alloggiamento di porte scorrevoli oppure a battente filo muro e pertanto nel tempo si è dovuto studiare e produrre un sistema di controtelaio adatto a questo materiale e differente strutturalmente da quelli per pareti realizzate con forati.

Il controtelaio molto spesso e in alcune aree geografiche è conosciuto con il nome di falso telaio, falso stipite, cassamatta e nel caso di controtelaio per porte scorrevoli a scomparsa è una struttura metallica composta di una cassa interna alla parete, un sistema di scorrimento, detto binario, per far scorrere la porta, un montante verticale di battuta che riceve l’anta in chiusura.

Si tratta di strutture aperte, ovvero, di un’intelaiatura che ha perso manti in lamiera e la rete porta intonaco, utile nel caso di muratura con forati, e si allinea alle orditure metalliche, guide a U e montanti a C di supporto alle lastre di cartongesso.

Il controtelaio per porte a scomparsa versione cartongesso di Eclisse si adatta alle strutture di sistemi a secco grazie ai profili trasversali di fissaggio delle lastre, è pratico da manovrare e fissare a tutti i tipi di orditura; inoltre, il fissaggio delle viti è agevolato dalle traversine orizzontali a coda di rondine.

La sede interna del controtelaio misura 58 mm e presenta 4 mm in più rispetto ad altri modelli diffusi sul mercato, per garantire più spazio alla porta ed evitare il rischio che questa possa strisciare sul telaio metallico.

L’azienda rende disponibile sia il controtelaio nella versione assemblata sia in KIT, più facile da trasportare grazie al limitato ingombro, più veloce ora da montare grazie al sistema a incastro, più versatile dal momento che è possibile allargare il telaio in fase di installazione: dai 100 ai 125 mm parete finita.

Questo controtelaio dà modo alla porta di scorrere con fluidità e leggerezza e ciò è attestato dal superamento del test di durabilità dei carrelli di scorrimento UNI EN 1527* per 100.000 cicli di apertura e chiusura, dal test di effrazione UNI EN 1629* per la resistenza e robustezza più il test di resistenza alla corrosione UNI EN 1670*.

I materiali utilizzati sono ad alte prestazioni e il binario di scorrimento, estraibile per eseguire attività di manutenzione e di mantenimento all’integrità della struttura, è in lega di alluminio 6060 UNI EN 9006/1 *.

Il team vanta di oltre trenta brevetti, trenta agenzie di rappresentanza, duemila distributori in Italia, dieci consociate nel mondo e pertanto Eclisse è il marchio simbolo di quest’azienda, leader nel suo settore e produttrice di circa 1300 telai al giorno.

Come montare un controtelaio per cartongesso e per porte a scomparsa

Un video realizzato dal team Eclisse consente di vedere direttamente come si monta un controtelaio per porta scorrevole a scomparsa in parete di cartongesso, dalla fase di scarto degli elementi dall’involucro di imballaggio fino all’inserimento dello stesso assemblato.

Inizialmente occorre prendere visione degli elementi contenuti nel kit, distribuirli per terra e comprendere la funzione di ciascuno di essi, leggere il manuale d’istruzioni, cominciare a poggiare su due cavalletti, disposti in modo parallelo, il profilo posteriore e i montanti anteriori assemblati.

Successivamente si passa alla siistemazione a incastro dei traversi da entrambe le facce, aiutandosi con blocchetti di polistirolo per evitare la flessione dei membri metallici, agganciando con sei viti il profilo superiore.

Bisonga inserire il binario estraibile e l’altro profilo verticale, una serie di distanziatori da togliere al momento di introdurre telaio e porta, le staffe di ancoraggio a pavimento.

Fatto ciò, si ancora il controtelaio appena montato alla struttura di guide e traversi per l’applicazione delle lastre di cartongesso, facendo in modo che il fissaggio non comprometta l’estraibilità del binario.

Controtelaio per cartongesso e per porte a battente

Le porte a battente inserite in pareti di cartongesso solitamente sono della tipologia filo muro, dette anche raso muro, ovvero porte prive di stipiti, di cornici coprifili e con controtelai specifici.

Un esempio di porta a battente filo parete è Ironflex di STEEL Spa il cui telaio è accolto nel vano predisposto e lasciato libero all’interno della struttura metallica a supporto delle lastre di cartongesso.

Controtelai per cartongesso e per porte a battente STEEL Spa
Il telaio è sistemato in modo da essere allineato a piombo, bloccato con morsetti, con viti lungo i montanti verticali e il traverso superiore. Poi le lastre di cartongesso sono fissate con viti al telaio immesso oltre che alla struttura generale del cartongesso.

Si procede con stuccatura dei fori delle viti, rasatura, rimozione dei distanziali di legno, pulitura del telaio in alluminio da eventuali schizzi di cemento e infine colorazione.

L’azienda Steel Spa commercializza anche controtelai per porte scorrevoli inserite in pareti di cartongesso e questi sono dotati di cassonetto con struttura in acciaio zincato, spessore dei fianchi e profilo posteriore di 0,5 mm, profili del top e fondo di 0,8 mm, fianco cassonetto caratterizzato da grecatura verticale con passo di 100 mm per una maggiore rigidità, profili orizzontali con spessore di 0,6 mm in acciaio zincato, due distanziali a innesto utili alla posa.

Controtelai per porte a battente raso muro by ECLISSE
Eclisse propone il modello Syntesis® line battente, la soluzione ideale per installare porte che possono essere dipinte nella stessa tonalità della parete così da nascondersi alla vista, fino a mimetizzarsi con il muro.

Si tratta di un unico telaio fornito di distanziatori lignei in OSB3 di spessore 25 mm preassemblati per garantire la perfetta squadratura del telaio, di fogli protettivi in plastica per evitare che si sporchi o si graffi in cantiere, copri cerniere per proteggere le cerniere dall’intonaco, guarnizioni di battuta da applicare sul telaio e non sulla porta, molto stabili, di facile installazione, rifinite esteticamente.

Controtelaio per ante curve montate in pareti di cartongesso

Progettare delle pareti curve è attribuire a uno spazio eleganza e singolarità oltre che realizzare un ambiente non comune. Se la parete dovrà ospitare un passaggio con porta, occorrerà ricercare un controtelaio che si adatti alla situazione e dunque specifico.

Controtelai curvi per cartongesso by STEEL Spa

L’azienda Steel Spa propone un modello nella variante singola, ma anche doppia e fuori misura, con la dimensione in larghezza della luce di passaggio riferibile allo sviluppo dell’arco sull’asse della parete.

Orbitale di SCRIGNO è un sistema che permette la scomparsa di una o due ante scorrevoli curvi e consente la massima personalizzazione degli spazi, rispondendo a nuove esigenze estetiche e funzionali.

Controtelai curvi per cartongesso by SCRIGNO
L’azienda produce e commercializza controtelai per porte e finestre scorrevoli a scomparsa, nello specifico riesce a realizzare 300.000 controtelai l’anno, esportandoli in sedici Paesi nel mondo, dunque una realtà divenuta punto di riferimento a livello mondiale nel proprio settore.

Un controtelaio di qualità deve essere resistente, durevole nel tempo, di facile manutenzione, deve consentire alla porta di scorrere con facilità e leggerezza, le lamiere non devono potersi flettere, non si devono creare crepe nell’intonaco, deve essere facile da installare.

About the author

ristrutturazione casa a Roma

View all posts

Lascia un commento